Aree irrigate

Individuazione delle aree irrigate senza autorizzazione su base satellitare

Il servizio, ideato per rispondere ai bisogni dei Consorzi di Bonifica, permette di individuare e mappare le aree irrigate utilizzando immagini satellitari.

In particolare, consente soprattutto di individuare le aree irrigate senza permesso: integrandosi con il Web Gis consortile consente di collegare e incrociare la mappa delle aree irrigate con il database catastale.

aree_irrigate2

 

VANTAGGI
  • Individuazione delle aree irrigate senza autorizzazione e recupero dei relativi ruoli
  • Riduzione delle irrigazioni illecite (effetto deterrente del controllo da satellite)
  • Ottimizzazione e riduzione dei controlli in campo e sopralluoghi in azienda
  • Mappatura delle aree irrigue e verifica dei volumi irrigui
  • Monitoraggio dell’irrigazione
  • Miglioramento della gestione delle reti irrigue
  • Metodologia riconosciuta dall’Unione Europea
COME FUNZIONA

Il sistema si basa sulla variabilità temporale del vigore vegetativo (NDVI). Partendo da un numero minimo di immagini satellitari elaborate, è possibile individuare una mappa classificata degli andamenti di crescita colturale e, in funzione della specie dichiarata, verificare che la curva di crescita sia legata alla fornitura di acqua stabilita. Incrociando lo strato informativo delle particelle registrate e quello della mappa classificata, vengono individuate le aree in cui è in corso un potenziale illecito da verificare attraverso interventi diretti sul campo.

Tale tecnica è riportata come metodologia ufficiale per la stima delle aree irrigate nel Report della DG Ambiente dell’Unione Europea, “Applying Earth Observation to support  the detection of non-authorised watrer abstraction” ed è segnalata come l’unica effettivamente applicabile su vasta scala dall’Unione Europea nel “A Blueprint to Safeguard Europe’s Water Resources” del Novembre 2012.

classificazione_

A CHI E' RIVOLTO

Consorzi di Bonifica ed Irrigazione, Gestori del territorio e delle risorse idriche, Autorità di Bacino, Assessorati all’Agricoltura, Enti di ricerca.

TECNOLOGIE

Client: ExtJS, jQuery, Open Layer;

Server: Apache, PostgreSQL, PostGIS, Php, GeoServer, MapServer,  C ++